Amministrazione Condominiale

L’amministratore di condominio è la figura, prevista dal Codice civile, che funge da organo esecutivo del condominio. Ha il compito primario di eseguire le delibere dell’Assemblea di Condominio e di curare il rispetto del Regolamento di Condominio.

 

Altri obblighi dell’amministratore di condominio

In maniera essenziale ti indico che a norma degli articoli articoli 1129 e 1130 del codice civile, l’amministratore di condominio deve:

  • eseguire le deliberazioni dell’assemblea e convocarla annualmente per l’approvazione del rendiconto condominiale
  • vigilare sull’osservanza del regolamento di condominio
  • disciplinare l’uso delle cose comuni al fine di assicurare il miglior godimento a tutti i condomini
  • riscuotere i contributi
  • pagare le spese che attengono alla manutenzione ordinaria delle parti comuni dell’edificio e all’esercizio dei servizi comuni
  • compiere gli atti necessari per la conservazione delle parti comuni dell’edificio
  • eseguire gli adempimenti fiscali

ed altro previsto dalla legge.

Requisiti per svolgere l’incarico di amministratore di condominio

Le norme in materia condominiale dispongono che, possono svolgere tale professione, coloro che:

  • hanno il godimento dei diritti civili
  • non sono stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l’amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio o per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commina la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni
  • non sono stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione
  • non sono interdetti o inabilitati
  • il cui nome non risulta annotato nell’elenco dei protesti cambiari
  • hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado
  • hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale.

 

Corso di formazione e aggiornamento

Come già indicato, a seguito dell’entrata in vigore della legge n. 220/2012 che modifica la disciplina del condominio negli edifici, possono svolgere la professione di amministratore di condominio solo coloro che hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale.

Per molti questo requisito rappresenta un peso posto a carico della professione. La verità è che ogni professione va fatta bene. Occorre essere preparati e non improvvisarsi.

In più, per i condomini, avere un amministratore di condominio adeguatamente formato e ben preparato, è garanzia di qualità, di efficienza e sicurezza.


Ti serve un amministratore di condominio? Contattami e ti farò un preventivo gratuito e non impegnativo.