Avvia con successo il tuo studio legale

Pubblicato il Pubblicato in Legal Marketing
Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone
scala successo

Durante le trascorse vacanze ho rivisto un lontano parente fresco di abilitazione forense. Abbiamo fatto quattro chiacchiere e come sempre accade a chi si affaccia alla professione forense e vuole aprire uno studio legale, non sono mancati dubbi e incertezze. Questo perchè la professione è in una fase di mutamento, già da qualche anno. Ormai non c’è più “l’avvocato di paese” che nel suo studio legale è visto un po’ come l’azzeccagarbugli di turno, chino sulla scrivania che spazia le sue competenze fra il furto di galline e la registrazione di un contratto di locazione, passando per il diritto civile. Bisogna guardare oltre, avere una visione anche imprenditoriale. Occorre identificare ed affinare il proprio business e queste sono cose che la facoltà di giurisprudenza ancora non insegna.

Finita la pratica forense e abilitato, difficilmente troverai la fila dei clienti ad aspettarti sotto casa. Ma se anche così fosse, voglio darti qualche consiglio che ritengo utile per migliorare le tue competenze organizzative ed avviare con successo la tua attività.

 

Definisci il tuo campo e il tuo orizzonte

Pensa ai tuoi obiettivi e fissali, ma questo già durante la pratica forense. Non si può immaginare nessuna attività professionale senza una chiara visione iniziale che guidi ogni decisione. Guarda al lungo periodo, dove vuoi essere fra 5 o più anni?

“… di doman non c’è certezza” recitava il Magnifico e questo si può applicare un po’ a tutti i lavori autonomi. Ma questa mentalità di vivere giorno per giorno applicata allo studio legale può portare errori.

Inizia a creare invece il tuo piano professionale, traccia la tua strada, la tua formazione, i tuoi obiettivi che ti aiutino a rimanere stabile, concentrato e riducano così eventuali colpi di scena.

È utile a questo fine anche affiancarsi ad altri professionisti che abbracciano il tuo stesso campo e la tua stessa formazione.

 

Il tuo impegno è importante

In ogni lavoro c’è il duro lavoro. Bisogna essere determinati e disciplinati nella vita come nel lavoro. La linfa vitale di questa professione è il cuore, la serietà e la dedizione. I clienti possono anche cambiare – e quasi sicuramente cambieranno – ma tu no; non cambiare la tua etica, non cambiare il tuo impegno e il tuo modo di lavorare perché rimarrà per sempre.

Ricorda che bei risultati richiedono un duro lavoro e se questo non ti piace, allora stai già partendo col piede sbagliato. Ai più piace godersi il risultato finale delle cose ma è anche fantastico e soddisfacente ricordare gli sforzi che ti hanno portato a conseguirlo. La pigrizia è spietata, uccide i risultati e causa un dispendio di energia e speranza. L’impegno, la dedizione e la serietà invece ripagano e soddisfano.

gatto pigro

 

 

Sii responsabile, sempre

Se combini qualche guaio “professionale”, difficilmente qualcuno verrà a salvarti. Lavora bene e responsabilmente. Tieniti lontano dai guai e fallo per te, per la tua etica e per i tuoi clienti. Questo ti farà crescere professionalmente.

Sei tu quello che risolve i problemi degli altri… non è che dopo un po’ dovrai trovare un collega che risolva i tuoi!

Non importa come ti chiami o se userai un marchio per raffigurare il tuo studio legale. Le persone si ricorderanno della tua personalità ed etica nel lavoro. Ecco perché è anche importante che tu chieda commenti ai tuoi assistiti, se sono soddisfatti di te o meno. Questo ti aiuterà a raffinarti sempre di più.

 

In conclusione

Non si avvia uno studio legale di successo in un giorno solo. Può passare molto tempo. È un viaggio continuo in cui non manca l’impegno, il duro lavoro e le soddisfazioni.

Organizzati, studia, vai avanti per la tua strada. Tuttavia si sempre flessibile e attento a come cambiano le cose intorno a te così da poter modificare, all’occorrenza, il tuo progetto professionale.

E ricorda:

Se non ci fossero persone cattive non ci sarebbero buoni avvocati. (Charles Dickens)

Quindi, occhio!

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *