Certificato anagrafico uso notifica esente da bollo

Pubblicato il Pubblicato in Studio Legale
Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone

Non è soggetto ad imposta di bollo il certificato anagrafico richiesto dagli studi legali ad uso notifica degli atti giudiziari.

È quanto chiarito nella circolare 9/2016 del Ministero dell’Interno, datata 10 giugno 2016, e anche dalla Risoluzione n. 24/E dell’Agenzia delle Entrate, del 18 aprile 2016. I certificati anagrafici (come quello di residenza, stato di famiglia e tutti gli altri che vengono rilasciati in base alle risultanze dei registri anagrafici) sono atti funzionali e necessari al procedimento giurisdizionale e pertanto sono esenti all’imposta di bollo ai sensi dell’articolo 18 del DPR n. 115 del 2002.

Chi come me spesso si è trovato a dover notificare atti giudiziari a convenuti in fuga che saltano da un Comune all’altro… oppure ad una molteplicità di eredi, non può che gioire a detta notizia!


Di seguito il link alle circolari:

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *