L’App 2015 di Avvocato Telematico disponibile per il download

Pubblicato il Pubblicato in Legal Geek
Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone

In principio fu… il processo civile telematico!

Non è vero, agli inizi era tutto cartaceo, al massimo qualche notifica via fax. Poi col passare del tempo e per l’esigenza di snellire le lungaggini burocratiche e dare il via a forme più snelle e tempestive al processo civile, è stato introdotto il processo civile telematico.

E #PCT fu!

Da allora molti avvocati hanno iniziato a tremare al comparire sui monitor dei propri pc di studio di “errore 404”, tentando l’accesso alle varie primissime consolle PDA on line; oppure all’avviso del pc “periferica non riconosciuta” quando si inseriva la pennetta della firma digitale.

Ma la solidarietà fra colleghi avvocati è immensa e così che per iniziativa dell’Avv. Roberto Arcella (“già componente della Commissione per l’Informatica del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, Socio Fondatore del Centro Studi sul Processo Telematico – CSPT, e, dal 18/11/2015, componente del Gruppo di lavoro della Fondazione Italiana per l’Innovazione Forense – CNF”, così leggiamo dal suo blog) è nato il sito a carattere divulgativo: Avvocati telematici. Un blog pieno di nozioni giuridiche in tema di processo civile telematico, normativa, formule, esempi e soprattutto valide “risposte”… le domande pure ci sono scritte, ovvio!

Ottimo lavoro Avv. Arcella!

Da qualche giorno è stata anche resa disponibile l’app per smartphone Android del blog.

 

Guardiamo l’app da vicino

L’applicazione contiene il collegamento al blog di Avvocati telematici e al sito del Centro Studi Processo Telematico; ci sono poi alcuni riferimenti normativi, modelli, tools di calcolo (quelli reparibili sul sito dell’Avv. Andreani) e il collegamento a note di udienza di diritto pratico.it (l’applicazione web per la redazione delle deduzioni difensive degli avvocati). Ci sono anche alcuni tutorial sul pct.

L’applicazione si sostanzia in un contenitore organizzato di collegamenti web concentrati sul processo civile telematico e alcuni strumenti utili per le attività legali.

Si presenta con un interfaccia utente essenziale, che non significa povera, ma che permette un rapido accesso alle sezioni di utilità. Clicchi e avvii… clicchi ed avvii.

 

Ecco alcuni screenshots:

 

Il più dei contenuti è reperibile on line, fatta eccezione dei riferimenti normativi (Legge 53/94 e DL 179/2012 per estratto) che sono anche disponibili off-line.

Il fatto che detti contenuti siano reperibili tutti on line potrebbe sembrare una limitazione per l’utilizzo “live”, se abbiamo problemi di connessione. Vero. Ma è anche vero che in udienza non ti serve sapere le ultime novità sul pct oppure leggere la risposta ai vari quesiti posti: in teoria l’invio telematico l’hai fatto prima dell’udienza!

 

Per come la vedo io

Questa applicazione è un valido strumento di studio del processo civile telematico. Ovvio che la sostanza principale le deriva dalla qualità del blog Avvocati telematici.

Il vantaggio dell’app rispetto al browser è che, come già detto, hai accesso a tutto quello che ti serve in maniera rapida, ordinata e senza distrazioni.

Nell’utilizzo pratico avvii l’app, magari seduto sul divano di casa tua o del tuo studio se non ci sono clienti, e ti leggi gli ultimi aggiornamenti sul pct, ti studi le formule come esempio, ti guardi qualche tutorial e via dicendo.

Attendiamo ora l’app per iOS… e magari qualche contenuto off line in più, magari il formulario.

 

E tu hai provato l’app di Avvocati telematici? Le tue impressioni nei commenti.


Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *