Il recupero crediti: iniziamo con un tentativo bonario

Pubblicato il Pubblicato in Studio Legale
Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone

Devi recuperare un credito. Magari sei un amministratore di condominio che vede mese dopo mese aumentare il suo elenco dei condomini morosi. Oppure la tua impresa ha effettuato dei lavori o delle prestazioni di servizio per le quali ancora non hai ricevuto compenso. Eh si, bisogna recuperare, non si lavora mica per la gloria!

Devi sapere però che gestire e recuperare un credito è un attività delicata per la quale si richiede organizzazione, preparazione giuridica e professionalità.

Una gestione del credito disorganizzata e non attenta, ad esempio, può peggiorare la tua aministrazione finanziaria ma al tempo stesso un recupero troppo “violento ed esasperato” può anche compromettere irrimediabilmente il rapporto col debitore/utente e influire negativamente sulla tua immagine.

 

Iniziamo con un tentativo bonario

Un passo alla volta, con prudenza e fermezza, per far capire al debitore che siamo disponibili a tenere conto delle situazioni che hanno potuto generare il ritardo del pagamento ma al tempo stesso chiarire che siamo intenzionati a recuperare le somme anche con gli strumenti giudiziari.

Per recuperare in via bonaria un credito è consigliabile, in molti casi, procedere anche in via preliminare con un sollecito telefonico. Una telefonata di cortesia per ricordare all’altra parte che vi è stato un ritardo nel pagamento. Magari fissare poi un appuntamento per chiarire meglio la faccenda e cercare di adivenire ad una soluzione veloce e indolore.

 

Inviamo una lettera di sollecito

Oltre al contatto telefonico è utile inviare, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno per avere adeguata prova, un sollecito scritto.

In questi casi è bene chiarire con precisione tutte le voci di spesa che vanno onorate col pagamento, descrivendole chiaramente, indicando le varie date e gli importi e la natura e descrizione delle prestazioni di cui si richiede il pagamento. Tutto questo per evitare che il debitore non abbia chiaro il quadro o peggio, inizi a interpretare a modo suo quello che legge nella lettera e a fare eccezioni sulle varie somme richieste.

Il più delle volte si trova collaborazione col debitore e si riesce a concludere la procedura di recupero senza grosso sacrificio di sostanze e tempo. In caso contrario sarà necessario dare mandato ad un legale per l’avvio delle procedure giudiziarie (come ad esempio un decreto ingiuntivo) per il recupero delle somme.


La materia del recupero credito è vasta anche perchè esistono crediti di varia natura. Man mano inserirò consigli e guide specifiche che ti aiuteranno a capirci un po’ di più.

Stay tuned!

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *